A seguito della Risoluzione approvata all’unanimità in Commissione Lavoro e in Commissione Cultura della Camera, lancio un appello al ministro Calderone e alla nuova gestione dell’Inps perchè venga posto riparo all’evidente e sbagliata interpretazione da parte dell’Inps, senza peraltro conoscerne il responsabile materiale, rispetto a un errore nella liquidazione riguardante la Quota B delle pensioni di lavoratori del settore dello spettacolo, come per l’altro si era impegnato il ministero del Lavoro e come previsto dalla Risoluzione. Lancio questo appello perchè in queste ore stanno arrivando cartelle esattoriali da decine di migliaia di euro agli attori in pensione rischiando di mandare nostre eccellenze artistiche, che hanno fatto la storia del teatro, sul lastrico. Oltre tutto sussistono decine di sentenze positive che hanno dato ragione agli artisti, passate in giudicato, non impugnate dall’Inps. Se non verrà dato corso a questo appello, presenteremo una Proposta di legge che ponga riparo all’evidente errore di interpretazione fatto dall’Inps. Mentre il Parlamento predispone questo atto di norma primaria, chiediamo la sospensione dell’esecuzione.

Website Pin Facebook Twitter Myspace Friendfeed Technorati del.icio.us Digg Google StumbleUpon Premium Responsive

Appello a Calderone sulla pensione degli artisti

Category: AttualitàNotizie
0
119 views

Join the discussion

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *