Ci sono storie che non finiscono mai e luoghi del cuore che cambiano e mutano ma restano fondamentali per la comunità. Colle Oppio è una di queste. Oggi riapre con un’importante mostra multimediale sugli esuli giuliano-dalmati, che qui nel 1946 fece loro da ricovero, promossa dal Comitato 10 febbraio, inaugurata alla presenza del vice-presidente Fabio Rampelli, il ministro della Cultura Gennaro Sangiuliano, il ministro dello Sport Andrea Abodi.

Ringrazio per il loro lavoro le curatrici Gloria Sabatini e Sabrina Fantauzzi e tutti i ragazzi che hanno partecipato all’organizzazione “Una rosa per Norma” in occasione degli 80 anni dalla morte di Norma Cossetto. Nasce una comunità di territorio che sarà un punto di riferimento per la difesa e la riqualificazione del parco di Colle Oppio e per le comunità di Rione che ora tornano ad avere per la qualità della vita, della sicurezza e la riqualificazione urbana un punto di riferimento. Sono sicuro che i ragazzi dell’associazione riusciranno a dare vita ad un laboratorio di territorio unico con visite culturali, pulizie del parco, iniziative legate alla sensibilizzazione e alla valorizzazione della presenza degli esuli nella zona e a Roma.

Dove eravamo rimasti?

Website Pin Facebook Twitter Myspace Friendfeed Technorati del.icio.us Digg Google StumbleUpon Premium Responsive

Foibe, riapre Colle Oppio con mostra su esuli giuliano-dalmati

Category: Attualità
0
176 views

Join the discussion

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *