La giornata di oggi dimostra che Capodimonte è un modello di innovazione e valorizzazione. Dal riassetto del parco alla riorganizzazione degli spazi, all’efficientamento energetico fatto secondo nuovi criteri con Engie con coppi fotovoltaici mimetici rispetto a quelli originali, all’irrigazione del parco che sintetizza quella che era l’organizzazione e la struttura del Settecento della vasca pluviale con l’irrigazione e la sensorealizzazione dell’area del parco, dimostrano che è possibile trasformare un museo storico in un esempio di digitalizzazione, di avanguardia e di innovazione. Importante è stato lo scambio con il Louvre, che abbiamo sostenuto, e che ha dato a Capodimonte un ruolo primario nella diplomazia culturale nazionale. Oggi celebriamo le Giornate del Patrimonio, un’occasione imperdibile per riscoprire e vivere una parte di quell’immenso patrimonio culturale e paesaggistico che, spesso, non è visitabile o è poco conosciuto. Al lavoro di tutela e valorizzazione dello straordinario patrimonio culturale materiale e immateriale della Nazione, va affiancato un lavoro di investimento. In audizione in commissione Cultura, il direttore Bellenger ha evidenziato come la digitalizzazione è una tecnologia che cambia di mese in mese, e per questo si deve lavorare con i privati per avere la capacità di far entrare le competenze tecnologiche all’interno delle strutture. Nel 2025 Capodimonte avrà tutta la sua collezione digitalizzata online, un inventario unico, grazie all’intelligenza artificiale. Con un nuovo sistema di illuminazione ci sarà un percorso immersivo nelle sale. Ci vuole un nuovo rapporto fra pubblico e privato.

Stiamo presentando una proposta di legge per regolamentare il rapporto tra pubblico e privato nei beni culturali istituendo un circuito – ITALIA IN SCENA – così da garantire una gestione non solo più qualitativa, ma anche più efficace, efficiente e sostenibile dal punto di vista economico-finanziario degli istituti, dei luoghi della cultura e dei beni culturali di pertinenza pubblica e promuovere la partecipazione dei soggetti privati, singoli o associati, alla valorizzazione del patrimonio culturale secondo il principio di sussidiarietà. Pamuk diceva che un museo è un luogo dove il Tempo si trasforma in Spazio, Capodimonte con la sua fusione fra Bellezza e Innovazione ne rappresenta il simbolo.

Website Pin Facebook Twitter Myspace Friendfeed Technorati del.icio.us Digg Google StumbleUpon Premium Responsive

Capodimonte modello di innovazione

Category: Notizie
0
151 views

Join the discussion

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *