meloni_esquilino-620x310

Fratelli d’Italia passeggia con i cittadini di Piazza Vittorio per dare la sua disponibilità a combattere il degrado, l’illegalità e l’insicurezza che ormai sono la condizione in cui i romani vivono ogni giorno. Queste le parole di Giorgia Meloni, Presidente di Fratelli d’Italia, che questa mattina insieme ad altri esponenti del movimento tra cui il capogruppo di Fratelli d’Italia alla Camera dei deputati Fabio Rampelli e Federico Mollicone hanno fatto una passeggiata sotto i portici di Piazza Vittorio e ascoltato le esigenze e i problemi dei residenti.

Una passeggiata contro il degrado in un quartiere storico della Capitale, “salotto buono della Capitale, diventato il simbolo del degrado – ha sottolineato la Meloni – il simbolo del grande fallimento dello politiche di integrazione. Qui non si trova più un negozio italiano, c’è gente che vive di fatto in mezzo alla strada, c’è un abusivismo commerciale, il secondo dopo Prato in Italia e quindi miliardi di euro di evasione fiscale e c’era un progetto di riqualificazione che l’ultima giunta di sinistra ha bloccato, per 2 milioni di euro che se fosse stato attuato la piazza oggi sarebbe in altre condizioni. Siamo qui – ha concluso la Meloni – per ribadire che non vogliamo una città nella quale i romani non si sentono romani, non pensano di stare a Roma e i turisti che arrivano, rimangono allibiti.

Non credo che questa sia una condizione per un buon biglietto da visita per la Capitale d’Italia”. Rincara la dose Fabio Rampelli: “La situazione ormai è fuori controllo, qui gli italiani sono una minoranza etnica e vanno tutelati e protetti. Non ci possono essere nella Capitale d’Italia dei ghetti. Se ci sono degli immigrati, gli immigrati si devono integrare in maniera armonica, secondo un principio di equa distribuzione”.

Website Pin Facebook Twitter Myspace Friendfeed Technorati del.icio.us Digg Google StumbleUpon Premium Responsive

Esquilino tradito dalla sinistra del malgoverno.

Category: caroselloevidenzaNotizieslider
0
315 views

Join the discussion

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.