Il MAXXI a Roma

Come era facile prevedere, la nomina di Francesco Spano a segretario generale del Maxxi conferma come la Melandri interpreti la Fondazione di cui è presidente come mera fabbrica di nomine per i suoi amici. Un andazzo molto singolare, per cui trasparenza e competenza cedono il passo alla più bieca lottizzazione.

La cultura è libera per definizione, e la notizia arcinota secondo cui Spano proviene da ambienti democratici, chiaramente vicini anche alla Melandri, attesta come la sinistra utilizzi il Maxxi come mucca da mungere, in un momento in cui la mancanza di fondi e di risorse uccide fondazioni, accademie e istituzioni culturali, svilisce la professionalità di manager qualificati e mortifica la competizione delle idee.

Saremmo curiosi di sapere in virtù di quali criteri e in nome di quali competenze un avvocato, esperto di religioni, sia stato selezionato per ricoprire un ruolo di così alto valore e responsabilità.

Website Pin Facebook Twitter Myspace Friendfeed Technorati del.icio.us Digg Google StumbleUpon Premium Responsive

MAXXI, MOLLICONE (FDI): “SPANO NOMINATO IN BASE A PREFERENZE POLITICHE”

Category: Notizie
0
443 views

Join the discussion

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.