Ieri in aula Giulio Cesare, al Campidoglio, la situazione è degenerata sulla questione della vendita del 21% dell’Acea e lo scontro è  passato dal livello verbale a quello fisico. Il capogruppo del Pd Umberto Marroni, spalleggiato dai consiglieri dell’opposizione e da alcuni esponenti dei comitati, ha tentato di impedire al presidente del Consiglio comunale Marco Pomarici di aprire le votazioni sottraendogli il badge inserito nella postazione. A quel punto ho deciso di intervenire, limitandomi però a spostarlo. Impedire fisicamente la votazione è un reato penale.

Il capogruppo dei democratici si è scagliato subito contro il centrodestra,  accusando anche di essere stato ferito a una mano nella bagarre. Nei video di Omniroma si vedono nitidamente i pugni sferrati del capogruppo di “Roma in Action”, Andrea Alzetta, al capogruppo del Pdl Luca Gramazio e al vicecapogruppo Antonio Gazzellone. Alla provocazione di Marroni che mi accusa di averlo spintonato e fatto cadere rispondo che reputo grave che fatti del genere vengano strumentalizzati da chi li ha generati.

Website Pin Facebook Twitter Myspace Friendfeed Technorati del.icio.us Digg Google StumbleUpon Premium Responsive

Questione Acea: la sinistra non si smentisce strumentalizzando un fatto poco nobile da essa generato

Category: caroselloNotizie
0
208 views

Join the discussion

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.