d106_0643.jpg

Dopo le polemiche dei giorni scorsi in merito al prestito di aree archeologiche per manifestazioni culturali, stanno arrivando le prime risposte positive. Infatti le soprintendenze comunali e statali, hanno dato parere positivo per far svolgere la Festa dell’Unità a Caracalla. Personalmente mi ero gia espresso a questo riguardo tramite alcune interviste sui  quotidiani, in cui mi sono detto contrario ai diktat dei soprintendenti. Infatti garantire la Festa dell’Unità in un’area centrale della nostra città è una questione di pluralismo e coerenza amministrativa. Siamo soddisfatti quindi per il mantenimento della festa in via delle Terme di Caracalla dove si era svolta l’anno passato, e auspichiamo che gli organizzatori siano talmente sensibili da rispettare i volumi musicali per non interferire con la stagione lirica. Per il resto abbiamo chiesto fin dall’inizio che Comune e Ministero si confrontassero in maniera sistematica con un tavolo tecnico. Rimangono prevalenti gli indirizzi culturali di un governo eletto dal popolo, fermo restando leggi e regolamenti, rispetto ai pareri discrezionali mutati più volte nel corso degli anni da parte dei soprintendenti, qualunque essi siano. La mia presa di posizione non vuole essere un’offesa alla professionalità di nessuno, ma semplicemente la difesa di una linea culturale che é espressione della maggioranza dei cittadini romani, e che prevede la vivibilità e fruibilità delle aree archeologiche.

Website Pin Facebook Twitter Myspace Friendfeed Technorati del.icio.us Digg Google StumbleUpon Premium Responsive

Festa dell’Unità si farà a Caracalla

Category: Notizie
0
206 views

Join the discussion

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.