sindaco1.jpg

Un bilancio di circa 5 miliardi di euro (3,6 per la spesa corrente e 1,2 per gli investimenti), una manovra da 210 milioni improntata ad equità e rigore, per portare Roma fuori dalla crisi, riequilibrando il rapporto tra entrate e spese senza però toccare la spesa sociale. Si riassume in queste cifre il “Rapporto alla città” sulla situazione finanziaria del Comune di Roma, presentato dal sindaco Alemanno e dall’assessore al Bilancio Leo nella sala Petrassi all’Auditorium. Sullo sfondo un debito di 12,2 miliardi di euro accumulato nel tempo, da qui la separazione tra gestione commissariale e ordinaria, di cui la prima riguarda il piano di rientro del debito che verrà finanziato con 300 milioni annuali a carico dello Stato, e con 200 milioni derivanti da maggiorazione dell’Irpef comunale (+0,4%) e addizionale di 1 euro sugli imbarchi aeroportuali. Per quanto riguarda la gestione ordinaria, il bilancio verrà riportato in equilibrio grazie all’aumento dell’Ici sulle seconde case sfitte, che dovrebbero fruttare 18 milioni di euro; al recupero dell’evasione (19,8 milioni) e all’adeguamento delle tariffe (12,7 milioni). In particolare sulla razionalizzazione della spesa si recupereranno 69,2 milioni con una serie di misure, vedi l’istituzione della centrale unica acquisti e gli accorpamenti di aziende partecipate e dei relativi consigli di amministrazione, e per dare il buon esempio si è deciso un taglio del 10% sugli stipendi di sindaco, assessori, consiglieri comunali, dirigenti e manager. Gli investimenti previsti ammontano complessivamente a 1,2 miliardi di euro tra cui figurano voci come il rifacimento del lungomare di Ostia per il cui avvio serviranno 120 milioni e  l’allargamento della via Tiburtina per cui ne servono 22. Ovviamente come sottolineato dal sindaco, la spesa sociale non si tocca. Nella manovra comunale anche il piano casa, con 10mila nuovi alloggi previsti dai nuovi bandi, 5.000 con l’housing sociale, 500 per edilizia residenziale pubblica e oltre 4mila dai privati. Sul fronte sicurezza e decoro confermata l’assunzione entro l’anno di 391 agenti di Polizia Municipale oltre a venti squadre di pronto intervento per cancellare scritte e curare la manutenzione urbana. Ora dopo la presentazione ufficiale il bilancio proseguirà il suo iter, che culminerà in Consiglio comunale dove dovrà essere approvato entro il 31 luglio, termine previsto per legge.

Website Pin Facebook Twitter Myspace Friendfeed Technorati del.icio.us Digg Google StumbleUpon Premium Responsive

Equità e rigore, il bilancio della Giunta Alemanno

Category: Notizie
0
216 views

Join the discussion

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.