135993_1.jpg

Il centro storico è spesso al centro delle polemiche dei residenti, che spesso denunciano aperture di nuovi locali che non avrebbero le carte in regola, come richiesto dalle delibere comunali vigenti. Spesso ci siamo fatti portatori di questo malessere negli uffici preposti, e proprio ieri il delegato del sindaco al Centro Storico, Dino Gasperini, ha annunciato una riunione per verificare gli atti amministrativi e i provvedimenti assunti dal Municipio I, competente in materia, su una serie di locali nell’ambito del centro. Desidero ringraziare a questo riguardo il collega Gasperini per aver convocato questa riunione di verifica per il contrasto dell’abusivismo commerciale, un tema che riguarda da vicino i residenti, nonché il decoro e la vivibilità del tessuto urbano di rioni e quartieri storici particolarmente delicati e bisognosi di tutela, su cui l’Amministrazione comunale sta lavorando incessantemente. Il caso dell’apertura del temporary store della Nike al rione Monti, dimostra per l’ennesima volta l’incapacità del centrosinistra di governare efficacemente il territorio, permettendo nonostante il Municipio I sia in possesso di tutti gli strumenti per evitarlo, che delibere comunali di straordinaria importanza come la n.35 del 16 marzo 2010, sulla somministrazione di alimenti e bevande, rimangano di fatto lettera morta. Basta proclami, il Municipio Centro Storico deve far rispettare la legge, ponendo fine all’apertura incontrollata di attività commerciali, avviando così una seria politica di controllo e contrasto dell’abusivismo nei rioni del centro.  

Website Pin Facebook Twitter Myspace Friendfeed Technorati del.icio.us Digg Google StumbleUpon Premium Responsive

Commercio in centro storico sorvegliato speciale

Category: Notizie
0
197 views

Join the discussion

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.