2-cagnaccio-di-san-pietro.jpg

Mai come quest’anno Roma è stata così vicina a Venezia. Infatti in questo 2010, è nato un gemellaggio inaspettato tra le due città, partito con il Carnevale romano che in questa edizione 2010 ha portato nella Capitale una rappresentanza di storiche maschere veneziane. Ma questo filo conduttore d’intenti culturali non si è esaurito in questa occasione, come dimostra l’esposizione che viene presentata oggi presso il Museo Carlo Bilotti dal titolo “Venezia e il secolo della Biennale”. Promossa dalla Fondazione Venezia, dall’Assessorato alle Politiche Culturali e dalla Sovraintendenza di Roma, questo appunta,mento  porta nella nostra Capitale un pezzo importante della nostra storia culturale. L’Italia nel suo tessuto urbano può vantare diverse storiche manifestazioni tra biennali e triennali d’arte, pensiamo ad esempio alla Prima Triennale d’Arte di Milano del 1891 o alle Biennali Internazionali delle Arti Decorative allestite a Monza dal 1923 al 1927 evolute poi in Triennali a partire dal 1930, ma senza ombra di dubbio è la Biennale di Venezia che può vantare, anche se a fasi alterne, una fama tale che ha varcato i confini nazionali. Nata come società di cultura nel 1895, con il fine di stimolare l’attività artistica della città lagunare, la Biennale di Venezia con la sua storia ultracentenaria è un deposito culturale internazionale a tutto tondo, da cui sono fuoriusciti numerosi artisti di grande qualità portatori di nuovi linguaggi. Una storia quella della Biennale ricca di avvenimenti, tra polemiche culturali, scandali e mutamenti politici, basti pensare all’arrivo dei Futuristi nel 1910, all’interruzione durante la seconda Guerra Mondiale, all’esplosione della Pop Art americana nel 1964 e al periodo di crisi a seguito delle proteste della contestazione del 1968. E’ quindi un punto d’onore per me in qualità di presidente della commissione Cultura capitolina, poter presentare una mostra di questo tipo che ci documenta una storia senza pari, tra opere di Boccioni, De Pisis, Depero, Casorati, Cagnaccio di San Pietro, oltre una trentina di vetri di Murano creati da importanti maestri vetrai e prestigiosi designers come Carlo Scarpa e Paolo Venini, e una selezione di fotografie che ritraggono gli artisti al lavoro durante l’allestimento del loro spazio. Una mostra a tutto tondo, che attraverso le opere esposte approfondisce le vicende artistiche che hanno segnato il secolo passato, legate alla storia della Biennale.

Website Pin Facebook Twitter Myspace Friendfeed Technorati del.icio.us Digg Google StumbleUpon Premium Responsive

Al via a Roma la mostra “Venezia e il secolo della Biennale”

Category: Notizie
0
225 views

Join the discussion

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.