porta.jpg

A pochi giorni dal giorno del Ricordo delle Foibe, sono apparse a Porta Maggiore delle scritte inneggianti all’eccidio Foibe e al dramma della dittatura comunista, ad opera di frange di estrema sinistra. Di fronte all’infamia e all’oltraggio compiuto ai danni di chi ha subito sulla propria pelle il dramma degli infoibati e dell’esodo, mi sono subito attivato insieme all’ufficio Decoro Urbano del Comune, sollecitato anche dal collega Guidi, per rimuovere le scritte infamanti. Puntualmente come ogni anno accade in prossimità della giornata del Ricordo delle Foibe, che l’odio e l’ignoranza di una certa sinistra ottusa e negazionista, dipingano i muri di questa città. E’ necessario considerare prioritaria l’azione di sensibilizzazione nelle scuole e tra i giovani, affinché la memoria di una delle più gravi tragedie che ha colpito il popolo italiano sia pienamente interiorizzata dalle giovani generazioni. E’ questo lo scopo della legge che istituisce il “Giorno del Ricordo”, una data che purtroppo abbiamo constatato non essere negli anni celebrata in molte scuole della Capitale, nonostante l’impegno del Ministero e dell’Amministrazione comunale. Per queste ragioni chiedo ai dirigenti del Ministero dell’Istruzione e dell’Ufficio Scolastico Provinciale di Roma, di monitorare l’applicazione nelle scuole della legge n.92 del 30 marzo 2004, che stabilisce chiaramente al secondo comma dell’art. 1, che devono essere previste iniziative per diffondere la conoscenza dei tragici eventi presso i giovani delle scuole di ogni ordine e grado.

Website Pin Facebook Twitter Myspace Friendfeed Technorati del.icio.us Digg Google StumbleUpon Premium Responsive

Cancellate scritte oltraggiose sulle Foibe

Category: Notizie
0
174 views

Join the discussion

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.