6765031bc5adcca31a864f80ddba6409.jpg

Dopo gli sfregi fatti il 10 novembre scorso, i vandali sono tornati in azione al Parco Shuster. Sono state infatti nuovamente imbrattate le lapidi nell’area dedicata ai caduti italiani nelle missioni in Iraq e Afghanistan. Con vernice nera sono state fatte scritte contro i militari. I messaggi, rimossi, erano firmati con una A cerchiata simbolo dell’anarchia. Ancora una volta c’è chi ha deciso di rendere pubblica tutta la propria idiozia, tornando ad imbrattare le lapidi. Condanniamo duramente un’azione oltraggiosa della memoria dei militari che hanno perso la vita nelle missioni in Afghanistan e Iraq. Contro questi sciacalli non bisogna avere nessuna pietà. Chiediamo dunque, che venga predisposto un sistema di videosorveglianza, in collegamento con le centrali operative delle forze dell’ordine, per il monumento che ricorda chi ha dato la vita nelle missioni di pace all’estero. Infine auspichiamo che coloro che vengono colti a perpetrare simili gesti vigliacchi, siano impiegati nelle opere di ripulitura e riqualificazione dei molti monumenti dedicati ai caduti che ci sono nella nostra città.

Website Pin Facebook Twitter Myspace Friendfeed Technorati del.icio.us Digg Google StumbleUpon Premium Responsive

Oltraggio alla memoria, nessuna pietà per sciacalli

Category: Notizie
0
214 views

Join the discussion

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.