marianne_von_werefkin.jpg

Donna cosmopolita, senza la quale lo sviluppo della pittura moderna avrebbe preso sicuramente un corso diverso, Marianne Werefkin, pittrice discendente dell’antica nobiltà russa, è una delle principali artefici del rinnovamento artistico del primo Novecento. Dopo anni di oblio, torna finalmente all’attenzione del grande pubblico, grazie ad alcune mostre monografiche svoltesi in Italia in questi ultimi anni, a cui si aggiunge il tributo che le ha voluto fare Roma, con la bella retrospettiva che ieri ho avuto il piacere di inaugurare presso il Museo di Roma in Trastevere, visibile fino al 14 febbraio 2010.  Promossa dal Comune di Roma-Assessorato alle Politiche Culturali e dal Comune di Ascona, la mostra attraverso ottanta opere ci racconta il suo percorso artistico che può essere distinto in tre momenti fondamentali, il primo influenzato dalle correnti mistiche tipiche dell’arte di Kubin e Redon, il secondo portato verso l’arte francese impressionista e neo-impressionista tipico dell’arte di Gauguin e dei Nabis, ed infine l’ultima fase di stampo lirico ed espressivo. L’importanza della Werefkin consiste nel fatto che teoricamente anticipò quelli che sarebbero stati i cambiamenti nell’arte degli anni successivi, e dal fatto che ebbe un ruolo fondamentale per la nascita nel 1909 della Nuova Associazione degli artisti di Monaco – per troppo tempo attribuita erroneamente a Kandinsky- e della conseguente Blaue Reiter.

Website Pin Facebook Twitter Myspace Friendfeed Technorati del.icio.us Digg Google StumbleUpon Premium Responsive

L’avanguardia artistica di Marianne Werefkin

Category: Notizie
0
422 views

Join the discussion

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.