1224257578282_00d7b673.jpg

Una delle battaglie politiche che porto avanti da tempo è quella della salvaguardia delle botteghe artigianali di Roma, patrimonio inestimabile della nostra memoria storica. Ho seguito personalmente la vicenda di alcune di esse, cercando di aiutare i proprietari facendo da intermediario tra loro e l’attuale l’Amministrazione comunale che molto sta facendo dopo anni di latitanza della passata giunta Veltroni. A questo riguardo ritengo che sia quanto mai superficiale speculare su questioni inerenti alcune di queste storiche attività, soltanto per farsi della pubblicità personale. Mi riferisco in questo caso al collega Onorato -e alle sue dichiarazioni gratuite sulla Casa delle Bambole della signora Cesaretti- a cui mi dispiace replicare duramente, in quanto lo stimo per intelligenza e presenza  politica, ma in questo caso ha sbagliato del tutto obiettivo senza conoscerne la vicenda e sta utilizzando come fosse uno scudo umano la signora Cesaretti, cui peraltro va tutta la nostra più sentita solidarietà. Il Comune di Roma ha fatto tutto il possibile per salvare il patrimonio etno-antropologico della Casa delle Bambole, nonostante la triste vicenda giudiziaria nata per una pasticciata gestione della messa in vendita del locale della signora. Una vendita curata dall’allora dirigente dell’ufficio al patrimonio che tra l’altro, non ha visto rinnovato il suo incarico da questa Amministrazione, il pignoramento dei beni personali della signora Cesaretti pertanto, è frutto dei poco trasparenti affari patrimoniali dell’allora giunta Veltroni. Il meritatissimo premio dato alla signora Cesaretti è stato conferito per l’attività che lei rappresenta e prescinde dal luogo in cui lei la svolge. In ogni caso bisogna ricordare che il Comune aveva trovato una valida alternativa alla storica bottega, che per motivi personali che meritano rispetto, la famiglia Cesaretti ha deciso di non recepire. La battaglia per la difesa degli esercizi storici prosegue e dopo aver finanziato finalmente dopo sette anni il bando definanziato da Veltroni, verrà portata in aula Giulio Cesare una delibera di iniziativa dei colleghi Gasperini e De Micheli da me sottoscritta, molto più esplicita e importante che rafforzerà la tutela delle botteghe storiche.   

Website Pin Facebook Twitter Myspace Friendfeed Technorati del.icio.us Digg Google StumbleUpon Premium Responsive

Casa delle Bambole, si straparla senza conoscere la vicenda

Category: Notizie
0
169 views

Join the discussion

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.