3496860307_e49c466c71.jpg

Negozi cinesi abusivi e soprattutto evasori fiscali. All’Esquilino, dopo le sentenze del Tar non applicate, spuntano anche i verbali della Guardia di Finanza, che lo scorso anno ha riscontrato illegalità nelle dichiarazioni, in quanto  i titolari con l’autocertificazione avevano dichiarato che il locale era negozio C1 mentre al catasto risultava essere c2, ovvero magazzino o cantina. Dopo la denuncia di un noto quotidiano si alza il velo su una realtà che noi stiamo denunciando da tempo, e la cosa che stupisce è il fatto che i commercianti in questione continuino indisturbati a vendere le loro merci, senza che il I Municipio abbia pensato di prendere provvedimenti. Il pronunciamento del Tar è l’ennesima riprova che c’è qualcuno che fa dormire gli atti in I Municipio e il presidente Corsetti sbraita contro il Comune ma non controlla. Chiederemo al più presto a Santori una convocazione in commissione Sicurezza per Corsetti e i suoi uffici, dove verrà domandato loro quante volte sono state applicate le delibere di tutela degli esercizi commerciali nel rione Esquilino.

Website Pin Facebook Twitter Myspace Friendfeed Technorati del.icio.us Digg Google StumbleUpon Premium Responsive

Esquilino, per il Tar i negozi cinesi sono abusivi

Category: Notizie
0
196 views

Join the discussion

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.