bambini-a-scuola.jpg

Ieri è stata una giornata  di grande commozione per tutta l’Italia, che si è stretta commossa intorno ai ragazzi della Folgore assassinati nei giorni scorsi in Afghanistan. Lungo le strade di Roma si sono viste bandiere italiane appese a balconi e negozi per onorare i nostri ragazzi, e il giorno prima si era vista una grandissima affluenza di persone che si erano recate alla camera ardente presso il Celio. Gente comune, che ha voluto tributare un omaggio a coloro che hanno dato la vita per la nostra sicurezza. Ma purtroppo non mancano mai atti insensati di alcune persone, che anche in un momento così terribile non hanno perso l’occasione per dare sfoggio della loro faziosità. Mi riferisco al fatto che alcune scuole, sebbene fosse stata inviata una circolare a tutte le scuole d’Italia da parte del  Ministero dell’Istruzione, per invitare il personale scolastico a far osservare un minuto di silenzio per i militari caduti, alcuni istituti hanno pensato bene di non aderire, in particolare la scuola materna ed elementare Iqbal Masih di Roma, già nota alle cronache per le continue prese di posizione del dirigente scolastico. Consideriamo indegna e pretestuosa la giustificazione con cui la preside della scuola, già candidatasi alle elezioni europee con le liste di Sinistra e Libertà, non abbia permesso un minuto di silenzio. E’ infatti difficile comprendere come a quegli stessi bambini cui è stato spiegato che era giusto manifestare contro la riforma Gelmini, ora non si possa far comprendere perchè e in quali circostanze sei soldati italiani, sei ragazzi, e aggiungo io sei eroi, siano stati uccisi nel tentativo di portare la pace e la democrazia in quel quadrante da cui provengono molti degli alunni che frequentano la scuola. Riteniamo che le gerarchie ministeriali debbano intervenire affinché la preside smetta di fare l’agit-prop strumentalizzando i bambini, la scuola e il contesto, solo per promuovere la sua immagine e le sue posizioni sui media. 

Website Pin Facebook Twitter Myspace Friendfeed Technorati del.icio.us Digg Google StumbleUpon Premium Responsive

L’Italia piange i suoi eroi anche se qualcuno strumentalizza il fatto

Category: Notizie
0
207 views

Join the discussion

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.