campo-de-fiori.jpg

Ieri, circa 200 residenti del centro storico, hanno manifestato in piazza Campo de’ Fiori, per un centro più vivibile, senza l’apertura di nuovi locali, senza risse notturne e per il ritorno dell’inizio alle ore 21 della Ztl notturna. Ovviamente tutte richieste legittime, per le quali come Comune di Roma, ci siamo già attivati. L’unica nota dissonante in tutto questo si può considerare il fatto che all’interno di questa manifestazione era presente qualche intruso di troppo. Mi spiego meglio. Manifestare è sempre e comunque un diritto di tutti, l’importante è farlo senza ingannare l’opinione pubblica. La Consulta del Centro Storico, che ha dato vita alla manifestazione di ieri, altro non è che un alias del Partito Democratico di quel Municipio, che utilizza questa dicitura per cercare di alimentare la vecchia e ben conosciuta controinformazione, tanto cara alla sinistra, contro la Giunta Alemanno. In realtà le associazioni dei residenti senza orientamento politico non hanno partecipato, e già da tempo hanno preso le distanze dalla consulta, partecipando invece ai lavori del Tavolo permanente per il Centro Storico, convocata insieme al delegato del Sindaco, Dino Gasperini. Rispetto poi alla partecipazione del presidente del I Municipio Orlando Corsetti, la riteniamo un po’ inutile dal momento che molte delle sue competenze non vengono applicate, come ad esempio il controllo delle licenze di occupazione di suolo pubblico, o la verifica dell’applicazione delle delibere comunali sugli orari e sul rispetto dei divieti. E’ quindi farsesco prendersela con la Giunta Alemanno.

Website Pin Facebook Twitter Myspace Friendfeed Technorati del.icio.us Digg Google StumbleUpon Premium Responsive

Nella Consulta del Centro Storico qualche intruso di troppo

Category: Notizie
0
170 views

Join the discussion

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.