mensa1.jpg

In questi giorni si sono scatenate molte polemiche in merito ai menù delle mense scolastiche nel periodo di Quaresima, con attacchi pretestuosi all’indirizzo dell’assessore alle Politiche Educative del Comune di Roma, Laura Marsilio, che si è soltanto limitata a prendere in esame delle richieste avanzate da diversi dirigenti scolastici e dai municipi. Alcuni esponenti di sinistra gridano allo scandalo affermando che la decisione presa vuole essere un omaggio alla Chiesa visto che il venerdì non si mangerà la carne, ma in realtà il provvedimento preso è da considerarsi positivo in quanto consente di riscoprire alcune tradizioni alimentari del nostro Paese, che vedono fin dai secoli passati il venerdì di magro con ceci e baccalà. E’ davvero sconcertante assistere agli attacchi degli estremisti del laicismo a tutti i costi e di un centro-sinistra che senza pudore, imponeva i menù etnici e religiosi ai bambini, alterando le normali abitudini alimentari. Quel centro-sinistra che ora si scandalizza per una semplice linea di indirizzo non vincolante e di buon senso, suggerita all’assessore Marsilio dagli uffici per ovviare alle frequenti richieste di modifica dei menù nel periodo quaresimale, presentata dalle famiglie nei municipi. Pertanto, se c’è qualcuno che ha imposto abitudini e menù provenienti da altre culture è proprio il centro-sinistra. La smettano quindi di dare lezioni e di criminalizzare chi cerca di facilitare i genitori.  

Website Pin Facebook Twitter Myspace Friendfeed Technorati del.icio.us Digg Google StumbleUpon Premium Responsive

Nel periodo di Quaresima, nuovi menu’ nelle mense scolastiche

Category: Notizie
0
203 views

Join the discussion

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.