roma-san_giovanni111.jpg 

Il centro storico di Roma, è sempre più preso d’assalto da manifestazioni di ogni sorta, che oltre a creare disagio ai cittadini, crea non pochi problemi anche ai nostri monumenti, che spesso subiscono atti vandalici da parte dei manifestanti. Non è un caso quindi che potrebbe essere messo in discussione l’utilizzo di una piazza storica come quella di San Giovanni, che ogni anno  presta il proprio scenario al tradizionale concerto del primo maggio. Infatti una nuova proposta di delibera di iniziativa consiliare, in merito al “Nuovo regolamento d’uso delle piazze del centro storico di Roma”, firmata dal sottoscritto in qualità di presidente della Commissione Cultura e dal collega Dino Gasperini come delegato del sindaco per il centro storico, prevede che il Comune di Roma individui aree alternative al di fuori dell’area centrale archeologica e monumentale per lo svolgimento di grandi eventi, caratterizzati da rilevante impatto acustico e invasivi nei confronti della relatà urbana circostante. Del resto è arrivato il momento di pensare che un evento che andrebbe ospitato in uno stadio, si svolge ancora in un posto dove da un lato c’è una basilica e dall’altro delle abitazioni. Le manifestazioni sindacali, così come quelle politiche e istituzionali,  sia di livello nazionale che internazionale, saranno comunque autorizzate a svolgersi nelle 27 piazze oggetto della proposta di delibera, in modo da non penalizzare nessuno, salvaguardando però l’integrità dei cittadini e dei beni artistici.     

Website Pin Facebook Twitter Myspace Friendfeed Technorati del.icio.us Digg Google StumbleUpon Premium Responsive

“Piazza pulita” di concerti e manifestazioni

Category: Notizie
0
318 views

Join the discussion

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.