2.jpg

L’Ambra Jovinelli, luogo  storico per la città di Roma, unico teatro romano costruito in stile Liberty, sulle cui scene si esibirono i migliori talenti del varietà, torna in questi giorni all’attenzione pubblica a causa della sua ipotetica chiusura. In veste di Presidente della Commissione Cultura del Comune di Roma, presto convocherò una commissione sul futuro del teatro Ambra Jovinelli per verificare la gestione, analizzare e comprendere le posizioni in campo e il futuro dello storico teatro, che ricordo venne riaperto mediante un’operazione tra pubblico e privato dopo una campagna che ebbe molto risalto nel 1994, promossa dall’On. Fabio Rampelli e organizzata da Alleanza nazionale, che fece addirittura una messa in scena teatrale per ricordarne i fasti nel teatro chiuso e inagibile. Insieme a Stefano Tozzi, capogruppo PDL nel I Municipio, riteniamo che tutti i sostenitori del palcoscenico dove si esibì Ettore Petrolini, possano stare tranquilli rispetto alla destinazione d’uso dello stabile, mentre diversa è l’opzione della gestione e dei diritti della proprietà che dovranno essere verificati e valutati. Se questo non dovesse riuscire si troverà un’altra soluzione, nessuna esclusa, ma sempre in ambito teatrale. Del resto questa nostra volontà di difendere lo stabile è dimostrata dal sostegno all’atto approvato all’unanimità dal I Municipio.  Quindi, buio in sala, lo spettacolo può continuare…

Website Pin Facebook Twitter Myspace Friendfeed Technorati del.icio.us Digg Google StumbleUpon Premium Responsive

Ambra Jovinelli, il “prezzo” del successo

Category: Notizie
0
300 views

Join the discussion

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.