Author Federico

Federico
carosello
0

Sicuramente era una legge attesa da anni, ma proprio per questo si poteva fare di meglio . È vero che un passo a favore delle produzioni , dei registi e finalmente anche degli autori è stato finalmente fatto: più fondi, automatici e selettivi, riconoscimento delle film commission che hanno il pregio di far conoscere angoli di Italia sconosciuti e meravigliosi e 6 tipi diversi di tax credit.

Ma a fronte di queste iniziative positive, tra cui il riconoscimento della creatività autoriale come dato certo e da difendere, la legge nasconde una strategia precisa: conquistare definitivamente anche il cinema , la televisione e la creatività nelle nuove tecnologie.

carosello
0

Sabato 22 alle 17 tavola rotonda sulle proposte del centro destra per la riforma costituzionale con gli interventi del capogruppo alla Camera dei deputati di Fdi-An Fabio Rampelli, del capogruppo di Forza Italia Renato Brunetta e il senatore di Idea Gaetano Quagliariello, moderati da Federico Mollicone, responsabile nazionale comunicazione di Fdi-An.

carosello
0

Umana commiserazione, che si prova per la morte di chiunque si sia ricoperto di fama o di sventura, è ciò che proviamo per la scomparsa di Dario Fo.

Al di là del suo innegabile lavoro di ricerca sul linguaggio teatrale con il recupero della tradizione dei cantastorie e dei giullari rielaborati attraverso il suo linguaggio iperbolico del “grammelot” crediamo che vada ricordato il suo essere conformista.

carosello
0

Come nei giochi da bambini quando uno si accecava, contava per poi girarsi di scatto e tutti gli altri dovevano restare immobili pena la squalifica. Roma è immobile. Alla proclamazione della sindaca 5stelle il Campidoglio si è fermato. Fermi gli uffici, i dirigenti, gli impiegati. Nessuno che dia un indirizzo. Una città immobile.

carosello
0

L’omaggio a Rondi è certamente doveroso per ciò che il critico e sceneggiatore ha rappresentato per il cinema italiano. E proprio in virtù di queste sue grandi qualità il centrodestra accettò la proposta della sua Presidenza al Festival del cinema di Roma come Presidente di garanzia dopo Goffredo Bettini che, infatti, lo rivendica in maniera, a dire il vero, un po’ patetica.

1 2 3 87