La notte dell’11 ottobre 1492 il navigatore italiano Cristoforo Colombo avvistò le coste delle Americhe dando inizio non solo a una delle scoperte più importanti della storia e ai rapporti con il Nuovo Mondo ma inaugurando il passaggio dell’Epoca Medievale a quella Moderna.

Negli ultimi anni Cristoforo Colombo è stato oggetto di vili attacchi, accusato di essere-in modo assolutamente falso-un terribile schiavista. Questo è il frutto di un’azione di assurdo revisionismo storico, di quella “cancel culture” che si rivolge contro l’Italia e l’Europa, figlia del pensiero unico, che va assolutamente contrastata. Cristoforo Colombo rappresenta la nostra identità, fa parte della nostra storia e la sua eredità va difesa e tutelata.

Nel nome di Cristoforo Colombo e in difesa dell’amicizia che unisce il popolo italiano e quello americano ho partecipato alla conferenza multimediale “Columbus Day. Le relazioni tra Italia e Stati Uniti nel nome di Colombo” di The Watcher Talk presso gli studi di Utopia con gli autorevoli ospiti e colleghi Robert V. Allegrini Presidente della National Italian American Foundation, Umberto Mucci, We The Italians, Fucsia Fitzgerald Nissoli, Unione Interparlamentare Italia-USA e Massimo Ungaro deputato di Italia Viva. A moderare Ernesto Di Giovanni. Per rivedere clicca qui:  link diretta

 

Website Pin Facebook Twitter Myspace Friendfeed Technorati del.icio.us Digg Google StumbleUpon Premium Responsive

Nel nome di Cristoforo Colombo contro la “cancel culture”

Category: AttualitàevidenzaNotizieslider
0
98 views

Join the discussion

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *