Ho visto Joker, da solo in versione originale e senza pregiudizi. Volevo verificare se le polemiche di alcune associazioni di genitori fossero fondate o solo esasperazioni mediatiche. Il film è ben fatto. Bella la fotografia, credibile l’ambientazione in una Gotham city che potrebbe essere una qualsiasi metropoli americana.

Joaquin Phoenix fa una interpretazione mirabile, assoluta, shakespeariana di Joker paragonabile solo a quella di Heath Ledger, da Oscar postumo. Fin qui il giudizio sul film, ma voglio dare un giudizio sulla tesi del film.

E la morale del film è che il male è l’unica soluzione alla disperazione. Nessuna speranza. Il bene si intuisce solo negli occhi del piccolo futuro Batman dinanzi all’efferato duplice omicidio dei suoi genitori per qualche secondo. E per questo che, secondo me, il film va vietato ai minori di 18 anni, perché a 14 si subisce il fascino del mito negativo molto di più e si hanno meno strumenti per difendersi. Non è per le scene di violenza splatter, quindi, perché ne troviamo di più ovunque: nei giochi, nelle fiction, nelle graphic novel. È proprio per la tesi. Un film disperante e malefico.

Website Pin Facebook Twitter Myspace Friendfeed Technorati del.icio.us Digg Google StumbleUpon Premium Responsive

Joker, se il male diventa l’unica salvezza. Un film ben fatto, ma da vietare ai minori di 18 anni. Ecco perché.

Category: Notizie
0
62 views

Join the discussion

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *