tp-torre-chiesa-gregge-vip-imga0225-1.JPG

In merito alla convenzione urbanistica relativa alla sottozona E1 del P.r.g. ubicata in zona Tor Pagnotta, grande edificazione privata approvata dalla giunta Veltroni nel 2003, successivamente modificata nel 2005, che prevede lo sviluppo di circa un milione e mezzo di metri cubi di cemento e l’insedimaneto di oltre diecimila residenti, crediamo sia urgente ed improrogabile una verifica complessiva dal punto di vista dell’applicazione della convenzione stessa, con particolare riguardo agli aspetti di mobilità, trasporto pubblico, realizzazione dei servizi e compatibilità con i vincoli relativi alla tutela paesaggistica. La Giunta Alemanno, ha di recente coraggiosamente approvato una rivoluzionaria delibera recante uno schema tipo di convenzione urbanistica, stabilendo un elementare principio costantemente ignorato dalle precedenti amministrazioni di centrosinistra, ovvero quello secondo cui la realizzazione delle cubature deve essere successiva a quella dei principali servizi. Alla luce di questo provvedimento, riteniamo che l’attuazione di delibere approvate precedentemente allo schema tipo introdotto dal sindaco Alemanno, debbano tenere necessariamente conto di questo principio, dato che non è possibile veder sorgere e abitare grandi agglomerati urbani senza aver prima costruito strade, scuole e parchi pubblici.

Website Pin Facebook Twitter Myspace Friendfeed Technorati del.icio.us Digg Google StumbleUpon Premium Responsive

A Tor Pagnotta prima servizi poi cubature

Category: Notizie
0
212 views

Join the discussion

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.